iPro: brevetti Apple per una cam in stile GoPro

0
ipro

Le persone che effettuano spesso riprese in movimento, durante eventi sportivi o altri di varia natura, sapranno sicuramente di cosa di parla quando diciamo GoPro. Dato che, come spesso abbiamo sottolineato, le fotocamere degli smartphone stanno agendo da selettore naturale contro le più comuni macchine fotografiche compatte, Apple decide di entrare anche nella fotografia dinamica brevettando una fotocamera sportiva: la iPro.

ipro

 

ipro

 

Apple ha depositato migliaia di brevetti lo scorso anno, molti di questi, non sempre li vedremo in prodotti veri e propri o disponibili all’acquisto, altri consentono di capire come la società spazi con le sue ricerche in ambiti anche diversi da quelli cui siamo abituati a pensare. Proprio per questo Apple ha depositato un brevetto in cui viene descritta una telecamera studiata per essere montata su qualsiasi tipo di supporto.

È noto che Apple possieda alcuni brevetti su una Apple Action Cam da montare su caschi e maschere da sub, e controllabile a distanza. A gennaio è bastata la diffusione di questa notizia per far crollare del 15% le azioni di GoPro: figuriamoci cosa accadrebbe se fosse un prodotto reale. Non c’è stata alcuna dichiarazione ufficiale al riguardo ma agli analisti e alla stampa specializzata è bastato leggere il documento dello US Patent and Trademark Office per comprendere che ogni timore era giustificato. Apple nel 2012 ha depositato un brevetto, poi rafforzato dall’acquisizione di proprietà intellettuale Kodak nel novembre 2013, che sembra spingersi oltre il progetto GoPro. Onestamente dubito che Apple sia interessata a questo mercato, più che altro per i numeri relativamente piccoli che muove, ma è indubbio che sarebbe una iPro disegnata da Jonathan Ive avrebbe il suo fascino.

ipro

 

La videocamera immaginata da CurvedLabs sarebbe una diretta concorrente della GoPro, e ha anche un nome: iPro. Dal Design minimalista e stilizzato in stile del nuovo iPhone 6 fodendolo alla pulsantiera che attualmente troviamo nel telecomando Apple. Il dispositivo sarebbe caratterizzato dalla piena compatibilità con iPhone e iPad (per l’upload istantaneo su iCloud di foto e video), da un design molto compatto che ricorda la vecchia iSight e da un sensore 4K con prestazioni simili alla GoPro Hero 4. L’intera unità sarebbe water-resistant, anti-polvere e resistente agli urti, ma verrebbe comunque accompagnata da una serie di cover e accessori per proteggerla.

ipro

L’esclusiva Apple action cam, dotata di custodia trasparente waterproof, si collegherebbe ad Apple Watch per mostrare in diretta la visuale di ripresa, offrendo tutti i pulsanti virtuali necessari per gestire la registrazione ed eliminando di fatto la necessità di installare un sicuramente fragile schermo sul retro. I pulsanti fisici faciliterebbero invece il passaggio dalla modalità grandangolo a quello di ripresa normale, con tanto di attivazione rapida delle modalità TimeLapse e Slow Motion. Proprio come iPhone la memoria, da 16 GB, sarebbe integrata nel dispositivo senza possibilità di espanderla tramite microSD. Per quanto riguarda la ricarica, viene inserita in un particolare dock, mentre l’eventuale collegamento Bluetooth con iPhone ne faciliterebbe la condivisione istantanea di video e foto acquisiti dal dispositivo.

ipro

 

ipro

Credo che questa nuova tecnologia, avrà circa lo stesso impatto su GoPro di quello che l’iPhone ha avuto sui produttori di fotocamere, ossia vengono vendute meno fotocamere senza che il loro numero arrivi a zero.”

Micheal Pachter di Wedbush Securities.

Direi che la fantasia non manca a questi grafici, ma devo dire anche che il tutto è stato ragionato molto bene, senza strafare affatto. Anche se probabilmente resterà per sempre un sogno avere una Apple action cam per i loro seguaci, questi designer ci hanno deliziato con un concept davvero assurdo, di quello che potrebbe essere la iPro.

 

Continuate a seguirci su Heroblog.it, per rimanere sempre aggiornati su tutte le novità dal mondo delle actioncam, droni e videomaking!