Droni da gara: Cosa sono?

1

Tutti siamo a conoscenza dei droni da ripresa, come il nuovissimo DJI Phantom 4 o Yuneec Typhoon q500, che ci permettono di raggiungere e filmare posti spettacolari, ottenendo immagini mozzafiato. Per chi fosse interessato, abbiamo preparato qui una lista dei migliori droni su Amazon. Da alcuni anni, soprattutto negli USA, ha preso piede il così chiamato “the next level of drone“: i droni da gara, chiamati anche FPV Drones.


Cosa sono i Droni FPV?

La nuova disciplina aeronautica, nonché sport del futuro, è l’ FPV Racing. I quadricotteri racing sono dei semplicissimi quadrirotori divisi in classi: che vanno da 80 a 250 o più. La classe è assegnata dalla distanza diagonale da un motore ad un altro. Ad esempio, un drone classe 250 avrà una distanza di 250mm tra un motore ed il suo opposto diagonalmente. Le dimensioni quindi sono molto ridotte, poichè essi verranno poi utilizzati su un tracciato aereo, simile ad una pista di motoGP ma eseguita in modalità volo.

droni da gara
Fonte: pcworld.com

Il FPV (First Person View) è decisamente un elemento fondamentale: un sistema in grado di farci vivere l’esperienza di volo in prima persona, come se fossimo seduti sulla scocca del velivolo. Tutti i quadricotteri racing sono dotati di una telecamera e una trasmittente, quest’ultima porta il segnale ad una ricevente che conduce il video all’interno degli “occhiali” del pilota.

droni da gara
Fonte: Skitzo FPV

Da quali elementi è composto un drone da gara?

  • Frame in carbonio
  • 4 motori molto potenti (1500 kV in poi)
  • 4 ESC (Elettronic Speed Control – Controller elettronico della velocità)
  • 4 Eliche (Bipala/Tripala/Quadripala)
  • Scheda di volo programmabile (Ad esempio Naze32)
  • Batteria LiPo
  • Trasmettitore video (vTx) e Ricevitore segnale video (vRx)
  • Trasmettitore radio per il radiocomando (Tx) e ricevitore segnali radio (Rx)
  • Antenne
  • Telecamera apposita per la trasmissione FPV
  • GoPro/Action Cam

Questo tipo di quadricotteri possono viaggiare anche dai 100 Km/h in poi, infatti non sono destinati a utenti alle prime armi, ma a coloro che hanno già esperienza nel pilotaggio di modellini per il volo. Essi montano motori molto potenti, i DJI Phantom montano dei motori da 960 kV pesando ben 1380 grammi, questi piccoli mostriciattoli pesano la metà e hanno motori il triplo più potenti.

droni da gara


Circuiti Indoor e Outdoor per droni da gara

Esistono sia circuiti indoor (costruiti in appositi capannoni) che circuiti outdoor. I piloti, durante le competizioni, si posizionano in padiglioni appositi che assicurino loro la sicurezza di non essere colpiti da questi quadricotteri, che sfrecciano a velocità elevatissime. In caso di tamponamenti non è assolutamente possibile accedere alla pista durante la gara, onde evitare brutti incidenti. Il circuito è segnato da una serie di coni, bandiere e gates in modo da creare un vero e proprio percorso da seguire a mezz’aria. L’ultima moda è quella di ricoprire i gates con strisce led per avere un maggior impatto visivo durante il volo e effettuare gare anche in notturna!
Droni Dubai
Fonte: inverse.com
C’è già chi pensa in grande: l’evento organizzato a Dubai, il Word Drone Prix 2016, è una conferma di quello che sta succedendo nel campo dell’ FPV Racing. Campionati mondiali e qualifiche per accedervi, saranno all’ordine del giorno d’ora in poi. Non è da tralasciare il fatto che grandi aziende produttrici di droni professionali, stiano iniziando a muovere i primi passi nella produzione di droni da gara. Sintomo del grande successo di questo nuovo sport.


L’angolo del freestyle

C’è un ramo nel campo dei droni da gara che ci ha letteralmente affascinato, ricco di evoluzioni e adrenalina. Il Freestyle droning ultimamente sta diventato davvero famoso e praticato dai grandi “Big” come Skitzo, Freybott e Steele Davis. La “centralina” del quadricottero è riprogrammata in modalità libera, chiamata anche ACRO MODE. In questo modo il modellino non si auto-livellerà più automaticamente, ma ogni singolo motore sarà completamente sotto il controllo del pilota. Così facendo, egli sarà in grado di eseguire il volo invertito, loop e molto altro.
(Nel video: Freestyle di Skitzo FPV durante i campionati F3Expo)

L’FPV racing ha conquistato anche chi non si è mai interessato del mondo dei droni e del modellismo.


Come sempre, Heroblog.it si impegna a portarvi le ultime novità nel settore dei quadrirotori. E’ in corso anche un progetto per la realizzazione di tutorial su come costruire un drone da gara con un budget discreto. Stay Tuned!