Echo Dot: lo speaker low-cost di Amazon Alexa

0
echo-dot-alexa-recensione-guida-uso

Parlando di assistenti vocali per la casa, uno dei primi a venirvi in mente è sicuramente Amazon Alexa. Questa potente intelligenza artificiale, sfrutta diversi device per svolgere le proprie attività all’interno delle nostre case; il dispositivo in assoluto più economico è proprio l’Echo Dot.

Oggi infatti, in questa recensione completa, andremo a vedere più nel dettaglio lo speaker di Amazon, ma sopratutto cercheremo di capire il suo funzionamento e a cosa serve nella vita di tutti i giorni.

In particolare, andremmo a testare e scoprire nei dettagli l’Echo Dot di terza generazione: l’ultimo modello rilasciato da Amazon.

Prima di proseguire con la lettura, se già disponi di un assistente vocale, ti sarà utile sapere che abbiamo un gruppo Facebook dedicato alle tecnologie Smart. In cui potrai chiedere consigli, o scambiarti pareri con tutti gli appassionati.


Unboxing e Analisi di Echo Dot

Come ogni altro assistente di casa che si rispetti, anche Echo Dot è chiuso con un particolare sigillo di garanzia.
Per chi non se ne rendesse conto, questi dispositivi potrebbero rivelarsi piuttosto pericolosi se manomessi da qualche malintenzionato.
Proprio per questo motivo, a meno che non si compri un usato, è importante verificare sempre l’integrità del sigillo di garanzia.

sigillo-garanzia-echo-dot

La confezione dello speaker di Amazon, presenta uno stile piuttosto minimal, sia dal punto di vista del design, che del contenuto.
Infatti, al suo interno troveremo esclusivamente il dispositivo in questione, l’alimentatore (da 12v a 1.25A) e due manuali di istruzioni per l’uso.

Proprio per questo, il dispositivo in questione è decisamente semplice nell’installazione e nella configurazione; potremmo praticamente definirlo un “plug and play“.

Il design del mini speaker domotico è accattivante, ma allo stesso anche molto pulito. Una caratteristica senza dubbio fondamentale, in quanto ci consente di sposarlo bene con qualsiasi ambiente della nostra abitazione.

echo-dot-dettaglio

Nella parte superiore, possiamo trovare i 4 ed unici tasti del device: rispettivamente due per controllare fisicamente il volume, uno per attivare o disattivare il microfono ed un altro per “interpellare” Alexa senza ausilio della voce.
Una nota che apprezziamo particolarmente di questo assistente di casa, è il cerchio luminoso a led sovrastante. Oltre a dargli un look estremamente futuristico, ci garantisce di avere un feedback più dettagliato sullo status di funzionamento dell’Echo Dot (una caratteristica molto più limitata su Google Home Mini ad esempio). 

Lateralmente, il mini speaker marchiato Amazon presenta un tessuto di rivestimento molto piacevole e resistente al tatto, ma anche le uniche due entrate del dispositivo: quella per l’alimentazione, ma anche un jack da 3.5″ per poter collegare le cuffie o altri dispositivi in parallelo.

echo-dot-alimentazione-jack

Come configurare Echo Dot

Come abbiamo già accennato poco fa, l’installazione di Echo Dot è veloce, semplice ed intuitiva.
Per configurarlo correttamente, vi sarà sufficiente posizionarlo nel punto della casa dove volete che risieda, collegarlo alla corrente con l’alimentatore che viene fornito in dotazione, installare l’app Alexa e seguire il setup passo passo.

Come potete vedere nella galleria qua sotto, il procedimento guidato è molto chiaro e non richiede che facciate granché.

echo-dot-configurazione

La configurazione automatica non funziona?

Nel caso in cui non riusciste a installare automaticamente Echo Dot, Amazon mette a disposizione la possibilità di configurarlo manualmente.
Per farlo, dovrete cliccare su “non vedi l’anello luminoso arancione?”.

Dopodiché, sarete riportati su una nuova pagina, come potete vedere qua sotto, dove sarete in grado di collegare il vostro smartphone direttamente ad Echo Dot per completare l’associazione alla vostra rete wi-fi.

echo-dot-configurazione-manuale

Non appena avrete ultimato la configurazione del vostro speaker, sarete in grado di cominciare ad utilizzare tutte le funzionalità dell’assistente vocale di Amazon.

Tuttavia, può capitare che la lingua e le unità di misura impostate siano default su modello inglese, per cui Alexa non potrà capire i vostri comandi vocali in italiano e vi darà informazioni con unità di misura inglesi.

Per ovviare a questo problema, dovrete semplicemente modificare la lingua e unità di misura dell’assistente dalle impostazioni sull’app Alexa. Ecco i passaggi:

  • Lancia l’app Amazon Alexa sul tuo smartphone
  • Clicca sull’icona “Dispositivi” in basso a destra
  • Seleziona l’Echo Dot che hai appena configurato
  • Selezionare dunque le voci “Lingua” e “Unità di misura

Insegna ad Alexa a riconoscere la tua voce

Una delle primissime funzionalità da attivare sul nostro nuovo assistente vocale, è sicuramente quella di riconoscimento vocale.
Grazie a questa feature, già presente anche in Google Home, Alexa sarà in grado imparare a riconoscere la tua voce e svolgere alcune mansioni personalizzate ai tuoi interessi.

In più, collegare la voce al vostro account di Amazon, vi consentirà di usufruire del sistema di comunicazione gratuito per tutti gli utilizzatori di un assistente vocale con Alexa. Ma di questo parleremo più tardi.

Per creare il vostro profilo vocale, vi sarà sufficiente seguire il tutorial guidato che vi propone l’app durante la prima configurazione di Echo Dot.
Oppure, se lo trovate più comodo, potete farlo in un secondo momento seguendo questo procedimento:

  • Avvia l’app Amazon Alexa
  • Clicca sull’icona del menu in alto a sinistra
  • Entra su “il tuo profilo”
  • Alla sezione “Voce” fai tap su “crea”

A questo punto partirà il setup di configurazione del vostro profilo vocale, durerà circa 30 secondi.
Una volta completato, per avere la conferma che funzioni correttamente, provate a dire “Alexa, come mi chiamo?“.

alexa-riconoscimento-vocale

Usare Echo Dot: Lista delle funzioni

Arriviamo dunque a tutte le possibili applicazioni vere e proprie di Amazon Alexa nella nostra vita di tutti i giorni.
Molti di voi già conosceranno alcune delle funzionalità più gettonate, ma oggi cercheremo di elencarvele tutte in una lista completa.

notizie-alexa

Grazie a questa particolare funzionalità di Alexa, potremo essere costantemente aggiornati su tutte le ultime notizie del mondo.
Le notizie che vengono trasmesse, sono elaborate e presentate da diverse testate giornalistiche che potrete scegliere manualmente.

Per personalizzare il tuo Sommario quotidiano vai sull’App Alexa e seleziona dal menu Impostazioni Sommario quotidiano.
Poi prova a dire “Alexa, riproduci il mio sommario“.

Seguite il calcio ed avete una squadra del cuore?
Anche se difficilmente un assistente vocale potrà sostituire il pathos che provate nei confronti dei “vostri colori”, potrete facilmente avere gli ultimi risultati ed il calendario del campionato.
Per farlo, sarà sufficiente lanciare l’app Amazon Alexa, recarsi sul menu delle impostazioni e successivamente cliccare la voce “sport”.

Poi prova a dire “Alexa, quali sono le notizie sportive?“.

alexa-promemoria

Un’altra funzione molto utile dell’assistente di Amazon, ci consentirà di ricordarci qualsiasi promemoria di attività che abbiamo in programma.

Ad esempio, potrete chiedere ad Alexa di ricordarvi di controllare la torta che state cuocendo in forno tra 30 minuti, oppure potrà tenervi a mente tutti gli impegni che avete durante la giornata.

Per gestire i promemoria, i timer, ma anche le sveglie di Echo Dot, vi sarà sufficiente accedere al menu dell’App Alexa e fare tap sulla voce “Promemoria e sveglia“.
Accederete dunque ad un pannello dove sarete in grado di tenere sotto controllo tutti gli avvisi di promemoria che avete programmato.

funzione-musica-alexa

Grazie ad Alexa, potrete ascoltare tutta la musica che volete tramite il servizio di Amazon Music.

Potete chiedere al vostro assistente vocale di mettere un po di musica a caso, oppure di riprodurre una playlist di buon Jazz, ma anche di riprodurre suoni ambientali e ricreare vere e proprie atmosfere.

In più, abbiamo anche la possibilità di collegare al nostro account Amazon, dei servizi di musica terzi come Spotify, Apple Music o Deezer.
Per farlo, sarà sufficiente ricercare l’omonima Skill ed installarla tramite l’app Amazon Alexa.

audiolibri-podcast-funzione

Avete capito bene! Amazon Alexa potrà veramente leggerci i nostri audiolibri preferiti o riprodurre i podcast che seguiamo su Audible.

Per attivare questa funzionalità, dovrete recarvi sull’app per smartphone Amazon Alexa, fare tap su “Musica e Libri” ed aggiungere tutto ciò che volete.

A questo punto provate a dire “Alexa, leggimi nomedellibro

Oppure, potete provare a chiedere “Alexa, riproduci il podcast de La Zanzara

funzione-radio-alexa

Un’altra funzionalità, anche se non molto innovativa, è quella di poter ascoltare tutte le nostre stazioni radio preferite in diretta.
Per farlo, Amazon Alexa si appoggia direttamente al servizio di musica online chiamato TuneIn.

Per scoprire quali sono tutte le stazioni radio disponibili, vi sarà sufficiente entrare sull’app per smartphone di Alexa, cliccare nel menu su “Musica e Libri” e fare tap su “Sfoglia”.

Oppure provate a dire “Alexa, metti radio DeeJay”

funzione-calendario-alexa

Naturalmente, come poteva essere il nostro assistente personale, se non fosse stato in grado di tenere sotto controllo per noi tutti i nostri calendari?

Se già abbiamo un calendario con tutti i nostri impegni, possiamo comodamente collegarlo al nostro account di Amazon. In questo modo, Alexa sarà in grado di modificare o creare nuovi eventi, ma soprattutto potrà ricordarceli al momento opportuno.

Per configurare il calendario, recati sull’app Amazon Alexa e fai tap sulla voce “Calendari” nel menu delle impostazioni.
Dopodiché, potrete apportare tutte le personalizzazioni che desiderate.

A questo punto provate a dire “Alexa, cos’ho in calendario per domani?

funzione-liste-alexa

Tra le tante cose che potete chiedere ad Alexa, c’è anche la funzionalità dedicata alla gestione della nostra lista della spesa.

Per consultare tutte le tue liste, puoi accedere all’app e cliccare sulla voce “liste” nel menu principale. Oppure puoi chiedere direttamente ad Alexa di elencartele.

Ad esempio “Alexa, aggiungi il dentifricio alla lista della spesa“.

Naturalmente, dato che Echo Dot è l’assistente personale di Amazon, è stata pensata una efficientissima integrazione con l’e-commerce della ditta stessa.
Infatti, potrete ordinare qualsiasi prodotto da Amazon.it con il semplice utilizzo della voce. Ma le funzioni non si limitano a questo!
Infatti, anche se l’ordine lo avrete effettuato da PC, Alexa sarà in grado di tenervi aggiornati sullo status di spedizione del pacco e, se richiesto, può anche inviarvi notifiche vocali o testuali anche su smartphone.

Se state attendendo un prodotto da Amazon ed avete già associato il vostro account, provate a dire “Alexa, dov’è il mio pacco?“.

funzione-skill-alexa

Probabilmente questo è il tratto che maggiormente distingue gli assistenti vocali di Amazon da quelli marchiati Google: ovvero la possibilità di aggiungere nuove funzionalità (ovvero Skill) ad Alexa.

Questi plugin aggiuntivi, sono per la maggior parte scritti da sviluppatori terzi. Il che significa che anche voi, se avete un po di basi in materia, potrete cimentarvi nella realizzazione di add-on personalizzati al vostro utilizzo quotidiano.

conoscere-amazon-alexa

Fate conoscenza con il vostro assistente personale!
Negli ultimi anni le intelligenze artificiali hanno fatto passi da gigante, arrivando ad essere degli interlocutori quasi naturali.

Potete porre qualsiasi quesito ad Alexa, che si sforzerà di rispondervi sempre nel modo più esaustivo possibile.

Esistono in definitiva moltissime funzionalità per sfruttare al massimo il nostro maggiordomo elettronico.
Proprio per questo, Amazon ci mette a disposizione un ulteriore menu da consultare per provare subito le varie funzioni.
Per raggiungerlo lanciate l’app Amazon Alexa, e fate tap sulla voce “cose da provare” nel menu principale.


Perchè acquistare Echo Dot

In conclusione, possiamo affermare che l’assistente di casa in questione risulta ottimo per tutti quelli che volessero iniziare, in casa propria, quella che noi di Heroblog abbiamo definito “transizione domotica“.

In generale, come avevamo già spiegato nella recensione del Google Home Mini, gli assistenti di casa sono in grado di apportare un valore aggiunto alla qualità della nostra vita: se e solo se messi in condizioni di farlo.

perchè-acquistare-echo-dot

Per questo, solo con un adeguato sistema domotico potremo sfruttare al 100% le potenzialità dell’assistente vocale di Amazon.

Nel caso foste interessati all’acquisto di Echo Dot, potete trovarlo scontato ed in diverse colorazioni, sullo store ufficiale di Amazon.it

Potrebbe interessarti anche: