È realmente lui Karma, il drone GoPro di cui tutti parlano?

0
Karma_drone

Come molti di voi già sanno, GoPro da poco ha annunciato Karma, il drone che intende commercializzare nel 2016. Il web è impazzito! Si sono scatenate previsioni e rumors della community affezionata al marchio californiano di action cam. Ma soprattutto hanno cominciano a girare una quantità considerevole di concepts dell’ipotetico drone.

Una delle immagini più ricorrenti è proprio questa:

hexo-karma

Ma è realmente lui Karma?

La risposta è no, si tratta di Hexo+, un esacottero completamente autonomo che segue e filma il proprio padrone, presentato su Kickstarter nel 2014. Per giunta, il design utilizzato per il modello definitivo, in vendita sul sito Hexoplus, è diverso dall’originale.

hexo

 

In realtà, a parte il nome Karma, tutto quello che abbiamo finora, sono solo due filmati rilasciati dalla società per annunciare il loro nuovo prodotto. In questo articolo infatti vi abbiamo parlato proprio dell’ultimo video girato con Karma e pubblicato pochi giorni fa sul sito GoPro da cui è trapelata un’immagine interessante del famoso drone.

 

frame_karma

 

Dal frame in questione possiamo ipotizzare che Karma abbia un design simile a quello del nuovo Yuneec Typhoon G oppure del DJI Inspire 1, cioè un quadricottero con la scocca di forma allungata verticalmente. Però c’è una differenza sostanziale che si troverebbe proprio nel sistema di stabilizzazione. Infatti come possiamo notare dall’immagine catturata, non appare nessun gimbal esterno, inoltre pure tenendo conto della distorsione delle proporzioni causata dal grandangolo GoPro, le dimensioni effettive rimangono sicuramente più contenute rispetto a quelle dei modelli sopra citati.

 

 

Il nostro writer Lost in Horizon ha ipotizzato un concept, considerando che la cam adottata sarà simile alla Hero Session, in linea con la nuova GoPro Hero 5 che sarà più compatta rispetto alle ultime Hero. Inoltre un sistema di stabilizzazione interno è già presente su un quadricottero presentato al CES 2016, ma anche Sony ha adottato un sistema simile per il sensore del DJI Phantom 3 Professional.

 

concept_Karma

 

Però il dubbio resta guardando il video di presentazione di Karma, che risulta perfettamente stabilizzato su 3 assi, un risultato difficilissimo da ottenere solamente con uno stabilizzatore ottico. Forse il risultato è ottenuto grazie al lavoro combinato di uno stabilizzatore ottico e di una performante stabilizzazione da parte del quadricottero attraverso l’utilizzo di diversi sensori, come avviene per il Phantom Professional, che integra un sensore GPS ed un rilevamento sonar ad ultrasuoni per il mantenimento di una posizione stabile.

 

phantom3_sensori

 

Il quadricottero GoPro potrebbe possedere sensori simili? Questa nuova tecnologia ha un costo elevato, che posiziona il modello DJI tra i droni over 1000 € e valutando le ipotesi sul prezzo di Karma, si potrebbe tranquillamente avvalorare anche questa tesi.

 

 

Un’altra possibilità potrebbe essere, che il gimbal sia posto frontalmente, perfettamente in linea con la scocca, come avviene per lo Xiro Xplorer Xtreme, presentato al CES di Las Vegas e che quindi sia impossibile da identificare dal frame del video di presentazione.

 

gopro_drone

Non ci resta che aspettare le dichiarazioni ufficiali di GoPro! Stay tuned..

 

karma

Secondo voi come sarà il nuovo drone GoPro? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguirci su Heroblog per restare aggiornati su tutte le news che riguardano Karma