Schermata 2015-11-13 alle 23.09.55Lo ha detto in un post su Facebook lo stesso Mark Zuckerberg.
E’ questo sta a significare solo una cosa, i video 360° stanno diventando realtà su larga scala e fette sempre più ampie di pubblico rimangono abbagliate dalle potenzialità di queste riprese!

i video 360° esistono perO’ da tempo

Ci ha pensato GoPro verso la metà di quest’anno, a cominciare a far conoscere le riprese a 360° agli appassionati videomaker. In realtà però esistono device per l’acquisizione di video a 360° da almeno un paio d’anni.

Tuttavia tutto ha taciuto fino a poco tempo fa.

Schermata 2015-11-13 alle 23.42.09

I primi contenuti 360° si potevano vedere su YouTube già prima della metà di quest’anno.
E pian piano si sono fatti strada nel grande pubblico in video di ogni genere.
Fino ad oggi. Youtube ci è arrivato prima, ma ieri Facebook direttamente con un annuncio del grande capo ha ufficializzato il supporto per video 360° sulla propria piattaforma mobile.

Questo significa solo una cosa, che i contenuti di questo tipo entreranno pian piano sempre di più nella nostra quotidianità.
E pian piano saremo sommersi anche di questo tipo di contenuti multimediali.

Quali sono oggi le soluzioni per i videomaker che vogliono girare un video a 360°?

Partiamo dal presupposto che attualmente non ci sono esattamente soluzioni economiche per chi vuole girare un video di questo tipo.

Partiamo dall’azienda che per prima ha proposto sulla grande distribuzione una macchinetta a 360°: la RICOH.

Schermata 2015-11-13 alle 23.43.37

Uscita all’inizio quasi due anni fa con la Ricoh THETA il modello si è evoluto fino alla THETA m15 e più recentemente alla THETA S.
Partiamo per queste soluzioni da prezzi di circa 250€ fino ad arrivare al modello più recente la THETA S, ufficialmente annunciato dall’azienda a inizio settembre, ma che a tutt’oggi per lo meno in Italia risulta ancora irreperibile, dal prezzo di circa 399€.

Schermata 2015-11-13 alle 23.44.03

Un’altra azienda che ancora prima di GoPro si è voluta imbarcare tra i pionieri di queste riprese 360° è la KODAK.
Anche la Kodak esce circa un anno fa con la KODAK SP360 una camerino action stile GoPro che promette riprese immersive a 360°. Attenzione però il risultato non è perfettamente a 360°, per raggiungerlo avremmo bisogno di due KODAK SP360 perché l’angolo che la KODAK copre singolarmente è di circa 220°

Schermata 2015-11-13 alle 23.44.55

La Kodak è uscita a inizio settembre con una novità la KODAK SP360 4K ultima novità interessante che dovrebbe uscire a fine novembre.
Anche con questo modello avremo bisogno di due KODAK per raggiungere i perfetti 360° con un kit che l’azienda ha già annunciato costerà circa 1000€.

Schermata 2015-11-13 alle 23.45.39

I prezzi salgono fino ad arrivare a GoPro.

Schermata 2015-11-13 alle 23.45.59

La particolarità dell’utilizzo delle GoPro per una ripresa a 360° è che ne dovremmo utilizzare più di una e precisamente almeno 6, tenute insieme da Rig appositi.
Esistono ormai varie soluzioni ufficiali e non. L’azienda che ha sviluppato questo concetto per GoPro è la KOLOR che insieme al suo rig vende anche il software necessario per unire tutte le varie riprese.

Schermata 2015-11-13 alle 23.46.24

L’utilizzo di GoPro 4 è quello che ad oggi permette di raggiungere il risultato più accattivante dal punto di vista qualitativo. Si parla però di prezzi comprensivi di Rig+software+GoPro di circa 3000€.

Siamo quindi si all’anno ZERO delle riprese 360° le soluzioni in commercio ci sono. La strada per il grande pubblico è quasi del tutto spianata. E il bello deve ancora venire.