monte-bianco-monte-bianco-sfida-verticale-2
Le action camera Gopro, capaci di catturare i contenuti più coinvolgenti al mondo, sono state usate nelle riprese del primo celebrity adventure game italiano in onda dal 9 novembre tutti i lunedi su Rai2. Proprio la necessità di realizzare filmati eccezionali ed estremi in qualunque condizione ha portato i produttori a scegliere GoPro come fornitore ufficiale del programma. Leggerezza, incredibile resistenza e qualità professionale delle immagini sono solo alcune delle caratteristiche che rendono queste camere strumenti ideali per riprese “oltre ogni limite”, come quelle di “Monte Bianco – sfida verticale.

1536812_1447155299-k0hF-U106021147565703d-700x394@LaStampa.itSul Monte Bianco, per cinque puntate, i partecipanti si sfidano per raggiungerne la vetta, tra salite scandite dalle insidie che solo l’alta montagna può nascondere, ma anche dai paesaggi incontaminati e dai ghiacciai. Tra le difficoltà della vita al campo base le celebrità seguono dure lezioni di alpinismo, imparano a conoscere la cultura della montagna e costruiscono con le guide un rapporto di grande fiducia, un legame che va molto oltre quello fisico delle corde a cui sono spesso attaccati insieme. Durante ogni puntata le cordate devono affrontare – tra freddo, fatica, carenza d’ossigeno e paura del vuoto – tre prove che determinano la cordata eliminata ogni settimana, in un meccanismo di esclusione che vede solo le ultime due coppie rimaste in gioco confrontarsi con la prova più estrema: l’ascesa al Monte Bianco.

Schermata-2015-10-15-a-13.40.49-1150x748
20 sono le Gopro utilizzate per le riprese, infatti possiamo scorgere HERO4 Silver e Black con Battery BacPac e in qualche scena la HERO Session.

Numerosi gli accessori adottati dai concorrenti, tra i più sfruttati vediamo la fascia per la testa + quick clip, Chesty (l’imbracatura da petto), il supporto frontale per casco e The Strap, l’ultimo e super versatile supporto di casa Gopro per mano + polso + braccio + gamba.
E’ stato utilizzato questo materiale del brand californiano per permettere ai partecipanti di realizzare video in soggettiva e da punti di vista davvero particolari, cosa impensabile da realizzare se non con un’action camera come la Gopro.