La 10° edizione del RedBull Rampage è stata piena di emozioni, lasciando anche un po’ di amaro in bocca.
La RedBull Rampage per chi non la conoscesse non è solo una semplice gara di downhill, è la gara più estrema e pazza dell’intero mondo del downhill. Lo dimostra il fatto che a parteciparvi non sono sempre i soliti grossi nomi del downhill che si vedono nel mondiale, a parteciparvi sono soltanto i più coraggiosi che vogliono portare la propria bici in pendii che difficilmente sullo schermo danno l’idea di quanto siano ripidi e pericolosi.

Non sono tanto i trick, che alla fine siamo abituati a vedere da parte di questi atleti fuori dal comune, ma

è il terreno e l’esposizione dove questi trick sono compiuti che rendono il tutto assolutamente unico e veramente pericoloso.

Come conferma il Pov di Claudio Caluori, queste sono le vere emozioni che un qualsiasi rider professionista prova, a scendere da queste linee tracciate nel deserto dello Utah.

 

Quelli che partecipano alla gara invece, lo dico in senso buono, sono completamente pazzi.

In questa edizione del 2015 cosa si è visto?

Innanzi tutto la gara, che avrebbe dovuto tenersi oggi 17 Ottobre è stata anticipata di un giorno causa maltempo, che avrebbe evidentemente reso impossibile la competizione e danneggiato le linee del Rampage.
Con un giorno di anticipo quindi i piloti si sono preparati alla gara, e

la prima manche è partita subito molto forte ed é stata decisiva

I rider hanno girato subito molto grosso compiendo numeri difficilmente comprensibili da noi comuni mortali. L’impressione è stata quella che tutti i rider erano disposti già da subito a rischiare più del solito.

Invito i più interessati a rivivere in replay tutte le emozioni della prima manche.

REPLAY REDBULL RAMPAGE 2015

La seconda manche è invece stata minata dal vento che si è alzato molto rendendo impossibile la discesa dei piloti favoriti. E facendo aggiudicare il titolo di Re del RedBull Rampage a KURT SORGE con una sola manche.

Schermata 2015-10-17 alle 11.13.15

Riviviamo la sua Run vincente :

Che sia discutibile o no, la scelta dei giudici ha premiato la quasi perfezione tecnica dell’esecuzione di Kurt Sorge oltre all’infinita aggressività della sua run.

Come accennato i favoriti non hanno potuto completare la seconda manche a causa di forti raffiche di vento che si sono alzate nell’ultima parte della gara, incoronando la prima manche di Kurt Sorge.

FOTO DELLA FINALE by Pinkbike.com

Se siete appassionati di DH o semplicemente di foto vi consiglio vivamente di visitare la gallery riassuntiva delle finali di Pinkbike.com, in cui si riesce molto bene a respirare lo spirito della gara.

Curiosità:

In questo Rampage 2015 si è addirittura vista una proposta di matrimonio in diretta alla fine della run di Kyle Norbraten

Schermata 2015-10-17 alle 11.26.34

Le Action Cam più usate sono rimaste le GoPro e le Sony, coraggiosamente usate totalmente “nude” senza nemmeno una lente di protezione.
Si è potuta apprezzare una certa assenza di GoPro come sponsor che ci aveva abituati negli anni passati ad una presenza molto più massiva nella competizione.

Oltre alla Run vincente, Kurt Sorge per il resto del tempo ha mangiato la sua grigliata bello tranquillo sul suo trono di Re del RedBull Rampage. Se lo può permettere direi.

L’amaro in bocca rimane per il vento che non ha fatto tecnicamente finire la gara, ma d’altronde anche questo fa parte del gioco, e dell’infinita bellezza dello scenario in cui si svolge questa gara unica al mondo.

Schermata 2015-10-17 alle 12.03.48

Ci vediamo l’anno prossimo Rampage!