MicroSD false: cosa sono e come riconoscerle

    0
    riconoscere-microsd-false-guida

    Mentre la maggior parte delle persone si affannano a cercare di capire qual’è la migliore action cam, pochi si chiedono quale sia la giusta scheda di memoria per GoPro; e ancora meno persone si domandano come riconoscere, tra le tante disponibili sul mercato, le MicroSD false.

    Molto spesso infatti, sulla nostra community, utenti disperati vengono a chiedere aiuto per risolvere diversi malfunzionamenti nelle action cam.
    Spesso e volentieri, questi errori e schermate di blocco, sono dovuti all’impiego di una scheda di memoria poco performante, o addirittura falsa.

    Per questo motivo, capire quali sono le differenze tra schede di memoria vere e false può davvero fare la differenza durante le nostre sessioni di fotografie o riprese.

    Dunque, oggi andremo a vedere nel dettaglio alcune linee guida da tenere di conto durante l’acquisto della MicroSD, per avere la certezza della veridicità e, conseguentemente, del corretto funzionamento.

    micro-sd-sandisk-extreme-pro
    SanDisk Extreme Pro: ottima per GoPro – Amazon

    Indice


    Evita le MicroSD false o economiche

    Chiunque sia alle prime armi con la fotografia, probabilmente si starà chiedendo “perchè dovrei spendere così tanti soldi nell’acquisto di schede di memoria, quando si trovano decine di offerte a prezzi incredibili?”.

    Niente di più sbagliato.

    Durante l’acquisto della MicroSD, dovremo sincerarci di alcuni parametri essenziali come: il marchio, la velocità di scrittura, la dimensione, il prezzo, ma soprattutto il venditore.

    Questo ultimo è un carattere fondamentale da tenere in considerazione.
    Se infatti decidessimo di acquistare la schedina da un rivenditore non riconosciuto, correremmo il rischio di ricevere una MicroSD falsa.

    Per questo motivo, qualora vi ritrovaste a comprare anche su Amazon.it, controllate sempre chi è il venditore da cui state acquistando, facendo riferimento anche alle recensioni presenti nella scheda del prodotto.

    acquistare-schede-memoria-amazon

    In ogni caso, per avere la certezza di acquistare prodotti originali su Amazon, vi basterà assicurarvi che il venditore e chi vi spedisce il prodotto è Amazon stessa.
    Ad esempio, per esserne sicuri, ci basterà controllare al momento dell’ordine se è presente la dicitura “Venduto e spedito da Amazon”.

    N.B. che acquistare questo genere di prodotti su Ebay, può esporci ad alcuni rischi legati proprio al venditore che ci fornisce il prodotto.
    Il famoso sito sopracitato, ha infatti la brutta fama accogliere diversi rivenditori dalle dubbie attività commerciali.
    Nel caso decideste di acquistare qualcosa su Ebay, assicuratevi di pagare solamente tramite Paypal. In questo modo avrete la possibilità di richiedere un rimborso nel caso qualcosa andasse storto.


    Varianti delle MicroSD false

    Citiamo dunque alcune delle più frequenti tipologie che possiamo riscontrare nell’acquisto di schede di memoria farlocche.

    • Velocità di lettura/scrittura ridotte: Questa è proabilmente una delle più comuni che si trovano in giro. Acquistate una MicroSD che presenta sulla confezione determinate caratteristiche, come “95 MB/sec di lettura e scrittura file, etichette V30 o A2“.
      Sfortunatamente però, al momento in cui vi ritrovate nel bel mezzo dell’azione e volete riprendere un video, attivate la registrazione della GoPro e sul display compare il messaggio “SD Err/No SD“.
      Queste schede di memoria sono generalmente vecchi modelli che, dopo essere opportunamente ribrandizzati, vengono svenduti per liberare i magazzini e capitalizzare.
      Tuttavia, possono davvero far passare un brutto quarto d’ora a chi invece vorrebbe semplicemente scattare una foto o girare un video.
    • Capacità ridotta: un altro problema molto comune, acquistare una scheda di memoria che dichiara 64 Gb ed effettivamente dal vostro PC risulta tale la capacità.
      In realtà per, al momento di utilizzarla, sarà capace di archiviare al massimo 8 Gb di contenuti. Ma com’è possibile?
      Dovete sapere che alcuni venditori poco attendibili, riprogrammano il chip interno della scheda di memoria, riuscendo a far figurare da PC una capacità di archiviazione diversa da quella reale.
      Questo genere di schede di memoria, sono sicuramente le più pericolose in generale; in quanto potrebbero facilmente causarci perdite di dati.
    • Marchio falsificato o inesistente: Alcune MicroSD al momento della vendita, presentano accattivanti etichette tipo “Prezzo speciale”, uniti a prezzi veramente incredibili ed i nomi dei marchi più gettonati: come Lexar o SanDisk (in diretta violazione dei diritti di copyright).
      Spesso può capitare che le memory card in questione siano vendute da produttori minori che vendono a prezzi ribassati gli scarti delle ditte più famose, come quelle sopracitate.
      Questo genere di prodotti sono più difficili da identificare, per farlo correttamente infatti bisognerebbe contattare il brand stampato sulla schedina e chiedere una verifica del numero seriale.
    • Capacità improbabili: non troppo raramente, potrebbe capitarvi online di imbattervi in schede di memoria che presentano delle caratteristiche irrealistiche.
      Per esempio 2 Tb di capacità o una velocità di 500 MB/Sec di scrittura dei file. I truffatori che cercano di propinare tali prodotti, utilizzano lo stesso metodo spiegato nel punto precedente per manomettere la capacità figurata della schedina.
      Per la scelta di una memoria adeguata, vi basterà sapere che attualmente la MicroSD più capiente sul mercato è di 512 Gb.
    • Non funzionanti: infine, i più sfortunati, potrebbero addirittura ritrovarsi con schede di memoria che proprio non funzionano.
      Se avete acquistato una MicroSD di questo genere, probabilmente lo avrete fatto da un rivenditore sconosciuto.
      In tal caso, dimenticatevi la possibilità di contattare il servizio clienti.
    microsd-false-comparazione-differenze
    Immagine: viraltech.co.uk

    Problemi con le MicroSD False

    Quindi, cosa succede quando utilizzate una scheda di memoria falsa o contraffatta sui vostri dispositivi?

    Come vi abbiamo spiegato nella sezione precedente, possono insorgere problemi di diversa natura che, in determinate circostanze, possono rivelarsi fatali per le nostre attività.

    Infatti, nel caso in cui usassimo delle MicroSD con capacità ridotta e riprogrammate, tutti i dati scritti oltre la capacità reale di archiviazione risulteranno corrotti in seguito, al momento in cui andremo a rivederli.
    Per questo motivo, anche qualora dovessero funzionare inizialmente, le schede di memoria false causeranno problemi in un secondo momento, regalandoci brutte sorprese al rientro.

    Questo potrebbe dunque rappresentare un problema enorme per tutti i fotografi che si preparano ad intraprendere un viaggio lungo, in cui dovranno poter contare sulla propria attrezzatura.

    schede-memoria-fotografia

    Come identificare una MicroSD falsa

    Se hai già acquistato una scheda di memoria, ci sono alcuni test da eseguire per poter verificare la provenienza e le specifiche del prodotto.

    Controlla la confezione

    Prima di tutto, comincia con l’analizzare attentamente il packaging della scheda di memoria acquistata.
    Generalmente, le confezioni delle MicroSD false, presentano loghi sfocati, stampati male o semplicemente mancanti (come potete vedere nell’immagine più in basso).
    Controllate sempre che il retro della confezione contenga le informazioni dettagliate sul prodotto, le specifiche tecniche, nonchè i vari avvisi di garanzia.

    Analizza la scheda di memoria

    Successivamente, dopo aver ispezionato accuratamente la confezione, possiamo passare all’analisi della scheda di memoria in sé.
    Le cose da controllare sono, qualità di stampa e posizionamento del logo sulla parte frontale; molto spesso infatti le MicroSD false sono riconoscibili per dettagli di design poco curati.
    Tuttavia, per avere la certezza al riguardo, dovremo controllare se effettivamente c’è un numero seriale sulla schedina.
    Se sulla memory card non sarete in grado di trovare codici alfanumerici, molto probabilmente è falsa.

    Testa la scheda di memoria

    Infine, dopo aver valutato visivamente se la nostra MicroSD è falsa o no, passiamo dunque a dei test da eseguire manualmente, o tramite l’ausilio di specifici software.

    Test da effettuare manualmente

    Il primo test da effettuare manualmente, consiste in un semplice trasferimento di file da PC alla scheda di memoria. Per questa occasione, utilizzate un contenuto piuttosto grande, come 1 Gb.
    Nel caso in cui la velocità di scrittura fosse piuttosto bassa (intorno ai 10 MB/Sec.), molto probabilmente la schedina che stiamo testando è falsa.

    Infatti, le schede di memoria UHS-I, come ad esempio la SanDisk Extreme Pro, trasferiscono ad una velocità stabile di circa 70 MB/Sec.

    Nota bene che per eseguire correttamente questo test, dovremo avvalerci di un lettore di memory card UHS-II. Qualora il vostro PC non disponesse di questa entrata, consigliamo l’utilizzo di questo specifico dispositivo.

    Test da effettuare con software

    Una volta che il file è stato copiato sulla scheda di memoria, provate dunque a trasferirlo di nuovo: stavolta però dalla SD al PC.
    Durante questo processo, potremo monitorarne le performance, assicurandoci che tutto fili per il verso giusto.

    Nel caso in cui il vostro sistema operativo non riportasse tali andamenti, dovremo avvalerci di software sviluppati da terzi.
    Su Mac, ad esempio, potete utilizzare Disk Speed Test: un software sviluppato da Blackmagic, in grado di fornirci report in tempo reale sulla velocità di lettura e scrittura di qualsiasi disco connesso al computer.
    Se invece utilizzate PC, potete sfruttare CrystalDiskMark: un programma risulta davvero semplice, veloce ed intuitivo nell’utilizzo.

    Se invece volete assicurarvi che la capacità dichiarata sia quella effettiva, potrete avvalervi di un altro interessante programma chiamato: H2Testw.
    Questo formidabile tool, operativo solo su Windows, è infatti in grado di identificare la MicroSD che stiamo analizzando, fornendoci un resoconto completo delle velocità di lettura/scrittura e specifiche tecniche.

    Per questo motivo, se decideste di avvalervi di questo software, potete saltare i passaggi sulle velocità precedentemente descritti.

    Nota bene che questo test richiederà un po di tempo: il software dovrà addentrarsi in ogni comparto della memoria, rileggendo e verificando ogni singolo dato contenuto.
    Per questo motivo, se decideste di analizzare una SD capiente e allo stesso tempo lenta, il processo potrebbe richiedere svariate ore.

    Nel caso in cui invece foste utenti Mac, potrete svolgere questo test tramite un altro software leggermente più complicato: F3.
    Potete capire meglio come utilizzarlo qui.

    microsd-false-h2testw
    H2testw: screen dal gruppo Informatica e dintorni

    Consigli sulle schede di memoria

    Ora che avete capito tutti i modi per riconoscere MicroSD false, passiamo dunque ad elencare qualche consiglio pratico per l’utilizzo e l’acquisto delle schede di memoria.

    • Sostituisci periodicamente (ogni 2 anni circa) le schede di memoria
    • Non acquistare SD ricondizionate
    • Attenzione alle offerte incredibili
    • Cercate di preferire solamente manche conosciute come SanDisk o Lexar
    • Se acquistate su Amazon, assicuratevi che il pacco sia “Venduto e spedito da Amazon”.
    • Prima di utilizzare qualsiasi scheda di memoria, testatela nei modi spiegati sopra.
    • Nel caso riceveste una SD falsa, magari marchiata con loghi altrui, contattate la ditta reale. Qualsiasi informazione potrebbe rivelarsi fondamentale per eliminare alla fonte il problema.

    Potrebbe interessarti anche: