Ride: quando GoPro incontra il cinema!

0
ride
Fonte: YouTube.com

La qualità video delle action cam GoPro è ormai cosa nota. Allora perché non usarle anche nel cinema? Lo hanno fatto in Ride, thriller diretto da Jacopo Rondinelli e supportato dai registi di MineFabio Guaglione e Fabio Resinaro. 

Il film uscirà nelle sale il prossimo 6 Settembre. La scelta dell’utilizzo della action cam permette di ottenere delle riprese in prima persona molto coinvolgenti. Per ogni scena sono state utilizzate mediamente venti GoPro.
Per avere una notevole quantità di materiale da poter post produrre e creare delle inquadrature innovative per il mondo del cinema. Portando un’aria nuova nei soliti schemi di regia, offrendo un modo innovativo di guardare un film. Questo è l’intento dei produttori; raccontare una storia che di estrema non ha soltanto la trama, ma anche la tipologia di riprese.

ride

Certo, bisogna avere una trama coerente con l’utilizzo delle action cam. Ride è perfettamente in linea con lo spirito GoPro. Perché parla di una storia  di due riders acrobatici: Max (Lorenzo Richelmy) e Kyle (Ludovic Hughes).

I due ricevono un invito a partecipare ad una gara di Downhill con in palio un bel premio da 250.000$. I ragazzi accettano l’allettante proposta, ma senza sapere che quella non sarà soltanto una gara. Dovranno spingere i loro limiti fisici e psicologici ben oltre le loro reali capacità. In sostanza dovranno sopravvivere a questa corsa estrema.

ride

Le action cam della GoPro sono perfette per trasmettere l’adrenalina di tale sport estremo. Dando al pubblico in sala la sensazione di essere quasi lui stesso il protagonista. Si ricorda che Il Downhill è una disciplina praticata con le mountain bike che sfrutta la gravità su percorsi quasi sempre in discesa con curve in contropendenza, salti, rocce, radici, prati aperti e sottobosco. Un piccolo assaggio lo si ha nel video #BehindTheRide:

Non ci resta che attendere l’uscita del film! Resta sintonizzato su HeroBlog per sapere tutte le novità al riguardo!